Siamo una cooperativa agricola nata nel 1980 per lavorare nel settore della tutela ambientale.

La fondazione della Nautia risale all"istituzione della Riserva naturale Tevere Farfa, la prima Riserva Naturale Regionale ad essere istituita in Italia.

La Riserva Naturale "Tevere-Farfa", inserita in un contesto dalle rilevanti potenzialità ambientali e turistiche quale quello della Media Valle del Tevere, è sorta  ( su circa 800 ettari) per tutelare la zona umida formatasi in seguito alla costruzione, avvenuta negli anni ´53-´55, di uno sbarramento idroelettrico ENEL sul Tevere. La realizzazione della diga provocò un notevole rallentamento delle acque fluviali, dando luogo alla formazione del "lago" di Nazzano. Questo ecosistema ha acquisito con il tempo una rilevante importanza naturalistica ricreando ambienti ormai scomparsi nella valle del Tevere. Per questo motivo, nel 1977 l´area veniva inserita nell´elenco delle "zone umide" tutelate dalle "Convenzione internazionale di Ramsar". 

Nella Riserva naturale Tevere Farfa abbiamo voluto, con forza e pazienza, realizzare un´attività di agricoltura biologica sin dal 1986, con la convinzione che sia possibile creare impresa nelle aree naturali protette, sviluppandone le potenzialità produttive, nel pieno rispetto dell´ambiente.

Piano piano abbiamo coinvolto i soci produttori aiutandoli con la realizzazione di una piccola catena di punti vendita a Roma che ha veicolato produzioni agricole allora prive di un reale mercato.

Il nostro primo negozio l´abbiamo aperto a Roma San Lorenzo nel 1987, vendendo ortaggi e frutta buoni e un po´ costosi agli abitanti del quartiere che, pur dovendo fare i conti con i bilanci familiari, compravano le nostre cose riconoscendo la bontà e genuinità i quello che offrivamo.

Il nostro lavoro in agricoltura biologica nasceva dal desiderio di fare un´attività ecocompatibile che garantisse il rispetto dell´ambiente, non volendo utilizzare pesticidi di sintesi perché questi danneggiano la natura molto prima che il nostro organismo ed hanno un senso solo nella logica dell´agricoltura convenzionale di grandi quantità e zero qualità.

Ancora oggi la nostra linea di condotta resta questa: prodotti di qualità, provenienza diretta, radicamento nei quartieri romani (San Lorenzo, Monteverde, Africano e Prati) con piccoli negozi (quelli grossi non ce li possiamo permettere), rapporto con la clientela, tutela di tutto quanto provenga da piccole aziende familiari che si sforzano di restare sul mercato facendo le cose per bene, ricerca di un´equità di fondo e di un buon rapporto con l´ambiente.

Per avere un buon/serio prodotto biologico non si tratta solo di non utilizzare concimi chimici, antiparassitari, diserbanti di sintesi, ma di avere cura che i terreni siano lontani da fonti inquinanti, che sia controllata la qualità dell´acqua di irrigazione e cosÍ via in poche parole che l´ambiente in cui si opera sia integro. Non a caso buona parte delle aziende socie della Cooperativa Nautia opera in Riserve e Parchi naturali (Riserva naturale Tevere-Farfa, Parco di Veio, Riserva naturale del Soratte, Parco dei monti Lucretili, Parco del litorale romano, Parco nazionale del Cilento etc.).

Realizzazione Nautia 2004